Idee

Quanta immondizia compro?

Scritto da Stefano

Ieri portando in cantina plastica, carta e vetro mi sono chiesto per l’ennesima volta se sia o meno possibile comperare meno immondizia. Ad esempio, in mezzo al tutto, c’era una scatola di un dentifricio che si butta appena aperta, o il cartoncino degli yogurt venduti in coppia. Tutta roba che non serve.

Produrre immondizia è fisiologico: ci sono involucri per il cibo, ad esempio, indispensabili per conservarlo e che sono difficili da reciclare. Ma ci sono altri involucri che hanno una funzione puramente estetica o commerciale (come le confezioni con i due barattolini di yogurt) e che sono pura immondizia.

Un esperimento che mi piacerebbe fare (e se trovo il tempo farò), è quello di misurare l’immondizia ch compero e vedere come, con una spesa più oculata, la si possa ridurre.

Facciamo degli esempi:

  1. Invece di comperare 4 vasetti di yogurt da 125 grammi, compero la confezione grande da 500 grammi.
  2. Invece di comperare un dentifricio con la scatola ne prendo uno solo con il tubetto.
  3. Invece di comperare un nuovo dosatore di sapone, ne prendo uno e poi uso le ricariche grandi.
  4. Invece di prendere la confezione di biscotti piccola prendo quella grande.
  5. Imvece di prendere il rotolo da 15 metri di carta da cucina prendo quello “professionale” da 100 (non va a male).

Lo stesso ragionamento si ripete per tanti prodotti. Conservando la parte che viene scartata e pesandola, quanta immondizia in meno produrrò?

Il risparmio

Moltissime volte associato ad una confezione “grande” non c’è la sola riduzione della parte di scarto relativa, ma anche il prezzo è più basso. Alla fine dell’esperimento, quindi, ci potrebbe essere anche un notevole risparmio di denaro: due piccioni con una fava.

Dimostrarlo è facile: portatevi la calcolatrice al supermercato e fate il conto del prezzo al chilo. E’ un esperimento interessante, potete fermarvi sugli scaffali dei biscotti per esercitarvi.

Il pacchetto da 500 grammi, al chilo, costa di più o di meno di quello da 800 grammi? Qualche volta scoprirete anche che le offerte potrebbero non essere affatto delle offerte e comperare lo stesso prodotto in confezione diversa e magari non in offerta, conviene.

Marketing? Furbizia? Alcune volte è  solo un problema della complicata gestione prezzi dei supermercati!

La prova (involontaria) di Chiara

Chiara (www.chiaraconsiglia.it) ha fatto una prova: dopo aver portato a casa la spesa e riordinato i prodotti nella dispensa, quanto e rimasto sul pavimento da buttare? Ovviamente un bel mucchio di carta e cartone, lo potete vedere nel suo articolo dove dà indicazioni su come gestire la dispensa in modo ordinato.


About the author

Stefano

1 Commento

Leave a Comment