Pesche con gli amaretti

Quando arriva l’estate e potete trovare le nocipesche (quelle senza pelo sulla buccia) non potete farvi mancare quello specialissimo dessert che sono le pesche cotte con gli amaretti.

Facilissime da preparare potete farvi aiutare anche dai bambini! Ecco cosa serve:

  • una padella antiaderente con coperchio
  • nocipesche non troppo mature (devono essere dure)
  • amaretti
  • zucchero

Innanzi tutto bisogna spaccare a metà le nocipesche (ecco perché non devono essere troppo mature) e scavare un po’ il centro dopo aver tolto l’osso. Le pesche classiche sarebbero più buone, ma una volta cotte la buccia può essere troppo dura e se le sbucciate prima rischiate che vadano in pappa durante la cottura.

Si sistemano le pesche nela padella, si sbriciolano grossolanamente alcuni amaretti in una tazza (basta schiacciarli con le mani) e si riempiono gli incavi delle pesche.

Aggiungete un po’ di acqua, di solito basta 1/4 di bicchiere e spolverate il tutto con zucchero bianco o zucchero di canna.

Sistemate sul fuoco lentissimo e lasciate cuocere con un coperchio. Le pesche non vanno cotte troppo altrimenti si spappolano, provatele con una forchetta. E’ facile che il liquido all’interno schiumi: non preoccupatevi va bene così.

Quando sono cotte, scoperchiatele e lasciate asciugare un po’ il sughetto se vi sembra troppo liquido (tenete presente che si rapprende un po’ una volta raffreddato).

Servite su una coppetta innaffiando la pesca con un po’ del sugo che si è formato (è delizioso!) e mettere un amaretto intero sopra per creare un po’ di colpo d’occhio.

Difficile che non piacciano a qualcuno!

Una variante per rendere meno dolce il sapore è quello di utilizzare un po’ di vino bianco… ma ai bambini di solito non piace!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Avvisami di nuovi commenti