Progetto per istituto tecnico informatica: cassa

Lavorando alla cassa della sagra di quartiere, mi è venuto in mente del come un software per la gestione della cassa, con relativo menu e stampe, possa essere un progetto molto interessante per i ragazzi degli istituti tecnologici con indirizzo informatico.

Non so come vengano svolti al momento i progetti, sempre che ne vengano svolti, ma suppongo siano spesso lontani dalla realtà lavorativa e produttiva. Perché? Perché un progetto didattico mancherà sempre dell’aspetto finale e fondamentale di un lavoro: l’affidabilità durante l’uso sul campo.

Non solo, rischia anche di mancare di aderenza verso le vere necessità di chi va ad utilizzare un prodotto perché queste vengono immaginata dai ragazzi e non ottenute dagli utilizzatori finali.

Indipendentemente dalla tecnologia (ho visto una cassa per sagra fatta con un foglio Excel con interfaccia touch connesso in wireless ad un altro PC che permetteva la stampa remota per la cucina ed il bar), un progetto di questo genere è semplice (da un punto di vista informatico), ma molto interessante da un punto di vista di progettazione.

Una cassa, alla fine, emette scontrini che sono una struttura classica dell’informatica: documenti fatti di testata e righe. Per lavoro si incontra questa struttura centinaia di volte (e non è sempre scontato sia facile manipolarla).

Il progetto

Per procedere nel progetto, proporrei ai ragazzi il problema, senza troppi dettagli: fare un software che permetta di raccogliere una ordinazione e stampare una ricevuta per il cliente. Nel contempo stampare un ordine in cucina ed un ordine al bar in modo che possa essere preparato il piatto e le bibite.

Il primo passo è scrivere che cosa farà il loro software. E’ una lavoro che vien spesso ignorato anche dai “professionisti” dell’informatica ed è una delle principali fonti di fallimento dei programmi. E’ importante concentrarsi sul funzionamento e non sulla tecnologia (che in ogni caso è importante in un ambiente come una sagra).

Dopo aver lasciato libero sfogo alla loro fantasia dei ragazzi, gli si può porre queste domande per vedere se il software ha i requisiti necessari:

  • come viene fatta la numerazione?
  • è possibile definire che cosa viene venduto?
  • è in grado di gestire più serate di sagra?
  • distingue tra mangiare e bere?
  • può stampare separatamente mangiare e bere?
  • può stampare uno scontrino?
  • cosa succede se si inceppa una stampante e la cucina o il bar perdono degli ordini?
  • cosa succede se un cliente cambia idea quando avete già stampato?
  • può gestire più casse? e la relativa numerazione?
  • funziona anche se non c’è internet?
  • può fare un riepilogo dell’incasso?
  • gestisce la rimanenza di cassa della sera prima?
  • che tempo di emissione della ricevuta è accettabile? secondi? minuti?
  • è possibile mettere una nota per la cucina?
  • è possibile segnare un ordine come “da asporto”?
  • gestisce l’esaurimento di un prodotto?
  • si vogliono gestire anche sconti?

La cosa migliore in assoluto sarebbe organizzare una intervista nella quale si invita un cassiere in modo che i ragazzi possano porgli le domande sul come funziona una cassa, quali problemi si possono verificare e come vengono affrontati. Imparare a parlare con chi utilizzerà il proprio strumento è fondamentale.

Non solo: ci sono funzioni che sembrano ovvie e necessarie, ma che spesso non lo sono e quindi permettono di risparmiare tempo evitando di realizzarle.

Le domane non necessariamente debbono trovare risposta nel software. Un difetto degli informatici è quello di voler risolvere ogni problema, in realtà spesso bisogna dire: “questo non lo fa va gestito a mano”. E’ importante identificare questi limiti e documentarli.

Contribuite!

Contribuite liberamente con altre idee e domande lasciando un commento qui sotto! Gli insegnanti possono invitare gli studenti a aggiungere le loro idee e sottoporle alla discussione pubblica.

Ecco altri articoli:

Lo scorso fine settimana, 24 e 25 maggio 2013, c'è stato l'annuale raduno delle mamme blogger organizzato...
Lavorando nel campo del web, mi è capitato di vedere decine e decine di progetti grafici di siti e/o...
A partire dalle 9.30 sino alle 12.00 del 20 marzo 2015 ci sarà una eclissi parziale di sole visibile...
Per definizione una start-up è una azienda che si basa su un progetto da sviluppare, tipicamente qualcosa...
La normativa sui cookie che entrerà in vigore il 2 giugno 2015, sta creando una serie incredibile di...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Avvisami di nuovi commenti