Dash, il misurino è un’opinione!

I metri, i litri, i chilogrammi non dovrebbero essere una opinione. E non lo sono. Ma non tutti i modi di misurare sono uguali, specialmente se si parla di misurini di detersivo.

La nuova pubblicità del detersivo Dash per lavatrice chiude in bellezza con una affermazione convincente: un misurino di Dash equivale ad un misurino e mezzo del principale concorrente (che poi non si capisce chi sia, forse il Dixan?).

dash

Peccato che i misurini di detersivo non siano proprio una unità di misura scientifica e che quindi il misurino di Dash non corrisponda al misurino del principale concorrente. Infatti nella pubblicità hanno dovuto aggiungere (forse anche dopo le prime msse in onda) dei numeretti (quelli non sono opinabili), dove si capisce che un misurino di Dash è 72 ml mentre il misurino del concorrente è 66 ml.

Sostanzialmente questo significa che per lo stesso bucato, se usi 72 ml di Dash devi usare 99 ml dell’altro detersivo, ovvero il 27% in meno (approssimativamente 1/4 in meno).

Parlando invece di misurini sembra che si stia risparmiando molto di più, o almeno quel mezzo misurino lo lascia intendere.

E’ una pubblicità un po’ fuorviante, e ci dà lo spunto per un altro ragionamento.

Dash, mettendosi al confronto con un concorrente sulla quantità di detersivo ci sta dicendo una cosa (che non vorrebbe dirci): i due detersivi, salvo le quantità, sono equivalenti. Infatti usandone di un po’ di più di quello del concorrente, il bucato viene lo stesso.

Detto ciò, la cosa interessante sarebbe capire quanto ci costa il bucato usando le dosi di detersivo indicate da ogni produttore e calcolandone il prezzo al millilitro.

Purtroppo il calcolo non è facile. Dash è venduto in una confezione da 1825 ml che divisi per i 72 ml per lavaggio garantisce 25 lavaggi. Un altro detersivo blasonato, il Dixan, viene venduto in confezione da 1848 ml e garantisce 28 lavaggi. Quindi di Dixan ne bastano 66 ml per lavaggio.

Guarda caso proprio 66 ml. Che sia proprio questo il principale concorrente? E come mai nella pubblicità dicono che se ne dovrebbero usare un misurino e mezzo?

Proviamo lo stesso a fare i conti. Il Dash lo trovo a 3,28 euro al litro (5.99 per flacone), mentre il Dixan lo trovo a 3,51 euro al litro (6,49 per flacone). Un bucato fatto con il Dash, secondo le dosi di Dash e quindi 72 ml, costa 0,236 euro. Un bucato fatto con il Dixan, secondo le loro dosi e quindi 66 ml, costa 0,231 euro. Secondo la dose indicata dalla pubblicità, ovvero 99 ml, costerebbe 0,347 euro.

Usando il detersivo concorrente, se è il Dixan, nelle dosi consigliate ufficialmente, il concorrente costa meno. Ovvero, visto che ha senso per un detersivo fare in modo che il “misurino” sia la quantità giusta, il Dash è meno efficiente del concorrente perché il suo misurino è più grande rispetto a quello del concorrente.

 

Ecco altri articoli:

Se avete una piscina gonfiabile, magari bella grande, sapete che è necessario pulirla di frequente per...
Hai stipulato una pensione integrativa e diciamo, per amore di semplicità matematica, che tu abbia 45...
Per definizione una start-up è una azienda che si basa su un progetto da sviluppare, tipicamente qualcosa...
Come è fatto un motore di una lavatrice e come funziona? Qual è il suo schema di connessioni? Come...
Credete di dormire abbastanza? E se foste dei primitivi? Se vi proiettate con la mente a molti anni...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 Avvisami di nuovi commenti